• L’Essere Nuovo

    Posted on settembre 1, 2012 by in Messaggi dal Cuore

    Porcia, 1.09.2012

    Le differenze culturali, di pensiero e di esperienza, fanno sì che gli esseri umani non hanno le stesse conoscenze, in quanto “conoscere” non è un concetto legato a queste manifestazioni, ma bensì Essere in rapporto intimo con se stessi e con la vita.
    “Conoscere” è rivolgersi al di là della visione duale di ciò che è letto come positivo e di ciò che è letto come negativo.

    Solo Colui che ha sperimentato se stesso superando il limite dell’interpretazione formale, può Vivere ogni situazione con Neutralità.
    La Neutralità, quella vera, è figlia della Consapevolezza al di là delle apparenze e dell’Illusione.
    L’ Essere Nuovo attinge dal suo Corpo di Coscienza con Pura Intenzione ma si manifesta, inevitabilmente, nella imperfezione della dualità ricercando la perfettibilità.
    Non si accontenta di muoversi in “verticale” o “in orizzontale” ma si espande in tutte le direzioni.
    La Neutralità è la conquista dell’Essere che si è sperimentato nelle vicende del dualismo e che si afferma nella centratura, in una stabilità dinamica.
    Non si “frattura” nel mentalizzare o nel verificare i propri sentimenti o le proprie reazioni quando è all’interno di una esperienza.

    Continua a camminare.

    Sa che deve solo Vivere ogni tappa di quel viaggio e che è sufficiente lasciar accadere per sapere.
    Sa che ogni conflitto alimenta la dualità.
    L’Essere Nuovo non lotta più con la sua imperfezione umana: si è arreso alla vita e interagisce con essa.
    Sa che cadrà ancora ma non si giudica più per questo, cosciente che è più importante continuare a camminare per imparare.
    Sa che non c’è motivo di aver paura o timore della vita.
    Ha imparato che ogni esperienza è funzionale alla sua crescita, giusta o sbagliata che possa apparire.
    Basta fidarsi di se stesso, basta fidarsi del processo vitale che sempre è giusto e perfetto.
    Basta avere pazienza e godersi il viaggio.
    Ogni cosa si colloca da sé, al punto giusto, nel modo più semplice.
    Così semplice che non poteva essere prevedibile dalla mente asservita alla complicazione e al dramma.
    E allora l’Essere Nuovo ha scelto di “non pensare” ma di permettere a pensieri a lui inconsci di raggiungerlo e di rendersi manifesti.

    L’Essere Nuovo ha scelto di non “fratturarsi” in pro e contro, in giusto o sbagliato e quando umanamente cede al dubbio, consapevole, riguadagna la sua centratura e sceglie, una opzione o l’altra, e si fa nuovamente spettatore di se stesso mentre continua a vivere e a fidarsi.
    Non importa se la sua scelta è consona alle aspettative esterne.
    Sa che non accontenterà tutti.
    Ha scelto in funzione di quell’attimo.
    Ha creato e siccome è un creatore consapevole, ha creato con l’intenzione e la volontà
    di onorare tutti e se stesso.
    Ha valutato, messo in correlazione tutti gli aspetti visibili a lui in quel momento, nell’Ora e continua a camminare.
    Se nel divenire acquisisce altre informazioni, può sempre modificare/trasformare la sua creazione.
    L’Essere Nuovo si sposta oltre il conflitto tra la mente e il cuore, da un punto di silenzio e forza interiore, da un punto di Pura Coscienza.
    Da un punto di Pura Intenzione.
    Solo per sperimentare, solo per conoscere.
    L’Essere Nuovo emana Pura Intenzione oltre il risultato, oltre le parole: risuona con il Suono Sacro. Emana Ciò che E’.

    L’Essere Nuovo ama tutto ciò che fa, gioca con la sua creazione.
    Ama se stesso e l’altro e siccome ha smesso di giudicarsi, non giudica e siccome ha conosciuto l’espressione completa e integra di sé, non teme la sua luce né il suo buio:
    non teme nessuna luce e nessun buio. Quando li incontra li riconosce come parte naturale del tutto.
    Non ha preferenze e non pone limiti.
    Gioca con gli altri creatori e li rispetta.
    Rispetta la loro libera creatività. Rispetta la sua creatività.
    Accetta l’alto e il basso dell’esperienza, accetta il dubbio, accetta di poter inciampare.
    Conosce se stesso ed è disponibile ancora a scoprire ciò che di se stesso non conosce.
    Accoglie ogni essere e lo abbraccia, così come ha accolto ed abbracciato il suo stesso essere.
    Sa che è in cammino. Non si sente mai arrivato e per questo apprezza il viaggio di ognuno.
    Lo rispetta come il suo stesso viaggio.

    Rispetta il ritmo altrui perché è autonomo e si muove secondo il suo ritmo.
    Sa che ogni persona che incontra nel viaggio ha motivo di essere proprio lì.
    Collabora e condivide ogni volta che è possibile.
    Si vive in libertà e riconosce la libertà dell’altro.
    Condivide la sua esperienza, ascolta l’esperienza dell’altro.
    Impara dall’esperienza dell’altro ed insegna con la sua.

    Si percepisce come Energia Libera in espressione di Sé e come tale si espande nella multidimensionalità, rimanendo presente nella realtà terrena, sperimentandosi con tutti i sensi su tutti i piani a lui possibili.
    L’Essere Nuovo è co-creatore cosciente di un nuovo mondo in cui terra e cielo danzano insieme, mai più separati.
    Accoglie l’ineluttibilità delle cose consapevole che non si può arginare la Vita.
    Vuole solo Vivere se stesso, sperimentarsi al di là dell’idea di “errore”, al di là del concetto di “giusto o sbagliato”.

    Sperimentare! E così continuare a Conoscere.
    E’ una particella di Energia viva, libera e pulsante in correlazione con molte altre particelle, libere di condividere e sperimentare l’Unità che Sono, che sono sempre state, ma che non sanno Essere fino a quando non “conoscono”, in autonomia e maestria.

    L’ Essere Nuovo semplicemente E’.

    Soltanto…gioia.

2 Responsesso far.

  1. find out more scrive:

    Usually, I don’t read long posts, but it absolutely was worth the time. Nice article.

  2. This post has really made a distinction in my own life. Thanks for the help.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>